Our Blog

Scadenza dichiarazione dei redditi alle porte: e forse sei già preparatissimo. Ma tenere il passo non sempre è facile. “Worx informa” ti offre un rapido promemoria, per darti tutte le informazioni più utili a programmare con precisione le tue uscite legate a imposte e contributi previdenziali.

calendario2017_small

Scadenza dichiarazione dei redditi: il promemoria di “Worx Informa”

Il 30 Giugno scade il termine per il versamento delle imposte e dei contributi previdenziali. Questo vale per tutti i titolari di partita Iva, siano essi professionisti o imprenditori, a prescindere dal regime fiscale adottato.

 

La scadenza riguarda:

  • il saldo calcolato sui redditi prodotti nel 2016, al netto di eventuali acconti pagati nel corso del 2016, o di eventuali crediti residui;
  • la prima parte degli acconti, calcolata in proporzione al reddito prodotto nel 2016. In presenza di particolari condizioni (ad esempio la chiusura della partita IVA, o una considerevole diminuzione dei ricavi) questo primo acconto potrebbe essere calcolato col cosiddetto metodo “previsionale”.

Sei spaventato dalla scadenza troppo vicina, hai avuto qualche contrattempo, hai bisogno di più tempo per organizzare i versamenti? Ricordati che con una maggiorazione dello 0,40% è possibile posticipare il pagamento al 30 Luglio. Metti fin da ora in agenda la scadenza del secondo acconto, prevista per il 30 Novembre.

Sempre il 30 Luglio scade anche il termine per il versamento della quota annuale di iscrizione alla CCIAA (Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura). Questa indicazione è ovviamente valida solo per i soggetti iscritti.

 

Scadenza dichiarazione dei redditi: posso rateizzare?

La risposta è sì. Le somme dovute possono essere pagate in un massimo di sei rate, con maggiorazione per ciascuna rata dello 0,33%.

Come da precedente post, ricordiamo ancora una volta che i titolari di Partita Iva devono effettuare i versamenti esclusivamente attraverso i canali telematici (home banking, Agenzia Entrate o intermediario abilitato). Unica eccezione: se l’F24 contiene somme a credito, anche se il saldo del bollettino non è pari a “zero”, non è possibile utilizzare l’home banking.

 

Per qualsiasi necessità, contattaci o passaci a trovare a Milano in via Cesare Battisti 21 (metro S. Babila): in Worx troverai a tua disposizione uno staff specializzato in assistenza dei lavoratori e delle lavoratrici con Partita Iva.

Non perdere gli articoli informativi del nostro blog e la pagina Facebook di Worx.

L’ufficio Partite Iva si allinea alle tariffe agevolate riservate agli iscritti Cgil, sia per gli appuntamenti che per la gestione contabile.

 

Share This