Our Blog

Sei un libero professionista con Partita Iva in regime ordinario, e ti capita di servirti ai distributori di carburante? Allora c’è una notizia che ti riguarda. Dal 1° luglio 2018 diventerà obbligatorio chiedere la fatturazione elettronica al distributore stradale di carburante, pagando sempre con carte di credito, carte di debito o carte prepagate. Questo per poter dedurre il relativo costo e detrarre l’IVA.

Distributore

L’obbligo di fatturazione elettronica, che non riguarda le Partite Iva con regimi dei minimi e forfettari, sarà più probabilmente più blando di quanto si prospetta: ci si aspetta infatti che vada in porto una modifica, per cui potrebbe essere possibile utilizzare ancora la scheda carburante fino al 31/12/2018, senza che siano applicate sanzioni.

Se questo accadesse, chi vorrà continuare ad usare la scheda carburanti potrà continuare a farlo per tutta la seconda metà del 2018. Allo stesso tempo, il nuovo sistema della fatturazione elettronica potrà comunque essere utilizzato da professionisti e imprese; in questo caso, per ottenere la detrazione Iva e la deduzione dei costi, bisognerà però pagare con strumenti tracciabili.

Vi terremo aggiornati su tutte le news relative alla fatturazione elettronica, e sull’eventuale introduzione della modifica.

Resta comunque consigliato, visto che la fatturazione elettronica sarà presto introdotta a regime, richiedere il codice di accesso al “Sistema di Interscambio”(per saperne di più clicca qui).

Il blog di Worx ti dà appuntamento alla prossima settimana. Per seguire i nostri aggiornamenti su iniziative, promozioni e scadenze ricordati di mettere il tuo Mi Piace alla nostra pagina Facebook.

Share This