Our Blog

Il post di questa settimana comunica le ultime novità sull’obbligo di fattura elettronica (o anche “e-fattura”) previsto dalla Legge di Bilancio a partire dal 2019. Vediamo di cosa si tratta.

fattura elettronica

Tra gli obiettivi dell’Amministrazione finanziaria per l’anno 2019 c’è l’obbligo della fattura elettronica per tutti i soggetti in possesso di Partita Iva in regime ordinario. Questo sistema punterebbe a ridurre l’evasione fiscale e a semplificare l’iter di controllo dei dati da parte del fisco. Evitando, una volta a regime, alcune comunicazioni obbligatorie. L’ex “spesometro”, ad esempio, ovvero la comunicazione dei dati delle fatture, non sarà più necessario.

L’obbligo di fatturazione elettronica non riguarda i contribuenti minimi e forfettari, ma è a loro discrezione.

Come funziona la fattura elettronica?

Prima di tutto bisogna essere in possesso di un “codice destinatario”, che può essere richiesto tramite un apposito portale (clicca qua per accedere alla pagina). In alternativa è possibile utilizzare un indirizzo Pec.

Successivamente si comunica uno di questi due strumenti (codice destinatario o Pec) al proprio fornitore, che attraverso lo stesso canale invierà la fattura elettronica.

Ogni fattura elettronica ricevuta sarà visibile nella sezione “fatture e corrispettivi” del sito fiscoonline.

Sempre tramite il sistema di interscambio (SID) – cioè il sistema messo a punto dall’Agenzia delle Entrate per queste operazioni – è anche possibile emettere fatture elettroniche.

Attenzione. Alcuni professionisti segnalano che il sistema di fatturazione predisposto da fiscoonline è complicato e articolato. In questo caso è possibile “bypassare” il sistema di interscambio avvalendosi di piattaforme per invio, ricezione e archiviazione dei materiali telematici.

Se hai bisogno di informazioni in più, contatta il nostro staff di esperti specializzati in lavoro autonomo al numero 02-99251351 .Oppure scrivi all’indirizzo info.partitaiva@cgil.milano.it.

Non perdere le news e gli aggiornamenti di Worx: segui  il nostro blog e la pagina Facebook dedicata.

Share This