Our Blog

La primavera è iniziata, e per ogni libero professionista questo significa: scadenze fiscali all’orizzonte! Si avvicina infatti la Dichiarazione dei redditi 2017, ovvero la presentazione del Modello Unico relativo ai redditi percepiti nel 2016.

tax

“Worx Informa” continua nella sua missione. Dopo i post delle scorse settimane dedicati alla deducibilità delle spese per alcune categorie di lavoratore autonomo, oggi facciamo il punto sulle scadenze fiscali in vista della Dichiarazione dei redditi 2017: quali sono i cambiamenti rispetto allo scorso anno? Quali date segnare in agenda? Che documenti è necessario presentare?

Scopriamolo insieme: ecco l’elenco completo delle nuove scadenze per la Dichiarazione dei redditi 2017.

  •  31 Marzo  – Consegna Certificazioni Uniche relative ai redditi 2016

Entro fine mese i datori di lavoro o i committenti consegneranno ai dipendenti o collaboratori, la Certificazione Unica 2017 (c.d. “modello Cu“), per certificare le ritenute d’acconto applicate.

Alcuni redditi di lavoro autonomo, pur non prevedendo l’applicazione della ritenuta d’acconto, devono comunque essere indicati nel modello CUSi tratta, in particolare, dei compensi erogati ai cosiddetti “contribuenti minimi“, e ai lavoratori autonomi che godono di regimi fiscali agevolati:

– regime di vantaggio per l’imprenditoria giovanile

– lavoratori in mobilità  

– contribuenti che aderiscono al regime forfettario.

Se sei un libero professionista ricordati di controllare che gli importi della Certificazione Unica 2017 che hai ricevuto dai tuoi committenti (solo da soggetti Partita Iva, non anche da privati!) corrisponda al totale delle tue fatture/ricevute incassate nel 2016.  Ti ricordiamo che dovrai considerare il giorno dell’effettivo pagamento, non la data di emissione della fattura.

  • 30 giugno  – Versamento imposte da Unico

Questa è la novità del 2017: il saldo delle imposte e dei contributi (gestione separata INPS e Gestioni Artigiani/Commercianti) derivanti da Unico e il versamento del primo acconto slittano al 30 giugno, dandoti qualche giorno in più rispetto alla scadenza dello scorso anno.

Consigliamo quindi di fissare un appuntamento col proprio commercialista tra aprile e maggio, per consentire la raccolta dei documenti necessari alla preparazione della tua dichiarazione dei redditi.

  • 31 luglio – Imposte da Unico con maggiorazione

Scade il termine lungo per il versamento delle imposte da Unico (saldo + 1° acconto) con la maggiorazione dello 0,4%. Rimane sempre la possibilità di rateizzazione (fino ad un massimo di 5 rate).

  • 30 novembre – Secondo acconto d’imposta

Resta fissata al 30 novembre la scadenza del secondo acconto d’imposta derivante dal Modello Unico. Attenzione: ricordati che questo versamento non è rateizzabile.

Una precisazione per i lavoratori e le lavoratrici con Partita Iva iscritti a un Ordine Professionale (es. giornalisti, avvocati, architetti, medici, ecc.): in questo caso i tuoi contributi previdenziali andranno versati alla Cassa Professionale di appartenenza. Se hai dubbi, rivolgiti direttamente alla tua Cassa per verificare le scadenze 2017.

Se hai dubbi, o hai bisogno di un supporto qualificato per la Dichiarazione dei Redditi 2017, ricorda che il nostro Staff specializzato nell’assistenza alle Partite Iva è a tua disposizione, anche se non sei ancora un nostro assistito.

Puoi fissare un appuntamento contattandoci. Oppure passaci a trovare: ci trovi a Milano, in via Cesare Battisti 21 (fermata metro S. Babila).

Share This